Terapia strumentale – Terapia fisica

Per terapia fisica si intendono tutti quei trattamenti che vengono somministrati tramite apparecchi elettromedicali. Ogni strumento sfrutta principi e mezzi fisici differenti dagli altri, al fine di stimolare una risposta biologica specifica del nostro corpo. A seconda della patologia, livello di infiammazione e profondità dei tessuti da raggiungere si possono utilizzare una o più terapie per accelerare i tempi di guarigione ed aiutare il lavoro della terapia manuale e dell’esercizio terapeutico. Non esiste una terapia migliore di altre, il livello di competenza e conoscenza del terapista aiuterà nella scelta dello strumento migliore da utilizzare. Ad esempio, una contrattura muscolare importante potrà essere gestita con l’ausilio della tecar terapia; la presenza di trigger points attivi che solitamente sono una delle cause del dolore di spalla aspecifico, potranno essere gestiti tramite la laser terapia. Raramente la terapia fisica si sostituisce completamente alle mani del fisioterapista, poiché per quasi tutte le patologie, studi scientifici hanno dimostrato che le terapie fisiche vanno associate alla terapia manuale e all’esercizio fisico per avere un maggior beneficio. Questi possono essere utili nel gestire l’infiammazione e/o il dolore, ma di certo non risolvono il meccanismo che è causa di una patologia.

Di conseguenza possiamo affermare che la terapia fisica è il braccio destro del ragionamento clinico di un fisioterapista formato che saprà affiancarla sapientemente alle proprie mani e all’esercizio terapeutico per farvi ottenere i migliori risultati.

terapia-onde-urto

Attualmente la struttura dispone di due apparecchi in grado di affrontare tutte le condizioni patologiche in ambito sportivo e non, che si avvantaggiano di tale trattamento. Il primo emette onde radiali a bassa energia, particolarmente indicata nelle forme iperalgiche e più superficiali, il secondo emette onde focalizzate a bassa e media potenza con generatore piezoelettrico di ultima generazione.

image2

La macchina produce onde elettromagnetiche che, attraversando i tessuti profondi, attuano scambi energetici che provocano l’aumento dell’energia termica e un conseguente incremento della temperatura profonda. Caratteristica dell’ipertermia è il controllo della distribuzione della temperatura in tutto il volume sotto trattamento e per tutta la durata della seduta.

laser

Il trattamento si basa su: biostimolazione, cioè un’attività che rende più veloci le reazioni biochimiche dei tessuti a livello della membrana cellulare e dei mitocondri, attivazione del microcircolo con conseguente vasodilatazione che favorisce l’eliminazione dei cataboliti, azione di drenaggio linfatico ed azione analgesica per stimolazione delle terminazioni nervose e liberazione di endorfine.

ionoforesi

Introduzione di un farmaco nell’organismo attraverso l’epidermide (via transcutanea) utilizzando una corrente continua. Sfruttando il principio fisico della migrazione ionica da un polo elettrico all’altro, si ottiene una somministrazione transcutanea, che sfrutta cioè la pelle come via di somministrazione.
I vantaggi sono molteplici.

magnetoterapia

Vengono utilizzati campi magnetici a bassa frequenza con effetti antiflogistici e stimolanti sui tessuti biologici con buoni risultati in fratture, osteoporosi, ritardi di consolidamento di fratture, pseudoartrosi e morbo di Sudek. Va ricordato che il campo magnetico per i suoi effetti biostimolanti viene utilizzato anche in altre patologie non ortopediche.

LASERYAG2

Ideale per il trattamento delle patologie dolorose dell’apparato osteo-muscolo-tendineo. Agisce a livello articolare riducendo l’infiammazione, a livello muscolare risolvendo rapidamente le contratture e producendo un intenso effetto antalgico, sul sistema circolatorio e linfatico favorendo l’apporto di nutrienti ed il riassorbimento degli edemi.

elettroterapia

L’elettrostimolazione aiuta i muscoli a ritrovare il loro giusto trofismo, stimolando anche la pompa muscolare per drenare liquidi fermi per l’immobilità subita. Attenua anche il dolore permettendo di affrontare meglio il percorso riabilitativo. Le correnti antalgiche lavorano sui recettori del dolore.

tecarterapia

La tecarterapia è una terapia innovativa utilizzata soprattutto in ambito sportivo. Sfrutta l’applicazione di un campo elettromagnetico alternato che accumula e respinge le cariche elettriche libere presenti sotto forma di ioni in ogni substrato biologico.

kinesio-taping

Il Kinesio Taping non è un comune bendaggio funzionale, ma è un bendaggio adesivo elastico con effetto terapeutico bio-meccanico. Questo tipo di metodica è stata sviluppata originariamente in Giappone e si basa sul processo di guarigione naturale del proprio corpo.