Approccio originale agli squilibri posturali ideato nel corso di molti anni di approfondimento e ricerca in campo biomeccanico dal Prof. F.Souchard. Principi base: individualità, causalità, globalità. Il metodo mira al ripristino dell’equilibrio statico/dinamico del corpo alterato dall’ adattamento a eventi/stimoli esterni. L’obiettivo finale è la riarmonizzazione corporea agendo sia localmente, sul segmento in cui si manifesta la disfunzione, che a distanza, sui segmenti in cui si manifesta un’ azione di compenso e difesa antalgica, questo cercando di agire in modo simultaneo. Il trattamento si basa su un approccio terapeutico globale ed ha inizio con un’ accurata valutazione in cui ci si concentra sull’individuo, osservandolo ed ascoltandolo, piuttosto che sul sintomo. Dalla valutazione il terapista imposterà il trattamento scegliendo, nell’insieme di quelle che compongono il metodo, le posture, necessarie al caso, da usare nel trattamento. I gruppi di posture sono distinti a seconda delle catene muscolari su cui agiscono maggiormente e si dividono tra quelle che partono dalla posizione chiusura dell’angolo coxofemorale e quelle che prevedono l’angolo coxofemorale in apertura. Durante la seduta, di un’ora circa, il paziente, seguendo le indicazioni del terapista, corregge le disfunzioni e i compensi attraverso piccoli movimenti che gli saranno utili per prendere coscienza del corpo e controllare il successivo mantenimento delle correzioni. Le posture mettono in massimo allungamento le catene muscolari e attraverso contrazioni di tipo isometrico evolvono, lentamente e sotto la guida del terapista, verso posizioni sempre più eccentriche permettendo un allungamento stabile in assenza di compensi. Solitamente il trattamento prevede una seduta settimanale e la sua durata è stabilita dal terapista in base all’entità dei problemi riscontrati e del dolore presente.

Questo sito utilizza cookie utili al miglioramento dell'esperienza degli utenti e necessari per i servizi di analisi Google Analytics, pubblicità Google AdWords forniti da Google e Facebook.