L'idroterapia è indicata soprattutto nella fase di rieducazione post-operatoria. Per capire a fondo i grandi benefici che potrete ottenere con la riabilitazione in acqua e' sufficiente conoscere i princìpi fisici base del galleggiamento, della viscosità e della pressione idrostatica.

Devi sapere che quando ci si immerge nell'acqua fino all'ombelico il nostro peso si riduce del 50% circa, per poi diminuire addirittura fino al 90% quando ci si immerge fino alle spalle. Questa spinta ti permetterà di riprendere prima gli esercizi di deambulazione alleggerendo il peso che grava sulla colonna vertebrale e sulle articolazioni. Grazie a questo principio possiamo favorire il recupero del passo, prima di quanto si possa fare in palestra, ottenendo così una migliore e più precoce rieducazione al movimento. L'acqua è più densa dell'aria e per questo motivo fornisce una maggiore resistenza al movimento. Per questo motivo potrete rinforzare la muscolatura senza l'utilizzo di sovraccarichi e pesi aggiuntivi. Tale resistenza aumenta inoltre all'aumentare della velocità dei movimenti e alla dimensione della superficie di contatto con l'acqua. Per questo, ad esempio se stringiamo tra le mani oggetti con superfici più o meno grandi, possiamo modulare la difficoltà dell'esercizio a nostro piacimento. La Pressione Idrostatica dipende dal livello dell'acqua e aumenta all'aumentare della profondità. Tale pressione viene esercitata perpendicolarmente in ogni punto della superficie corporea migliorando l'equilibrio e la percezione corporea.

L'allenamento propriocettivo è proprio uno degli aspetti cardine della riabilitazione. Tali principi vanno integrati tra di loro, adattati alla persona, alla sua età e agli obiettivi che si vogliono raggiungere, per ottenere così il migliore programma terapeutico. Inoltre devi sapere che la temperatura dell'acqua, ovvero il calore, aumenta la vascolarizzazione dei tessuti grazie allo stimolo di vasodilatazione, favorendo così il drenaggio dei liquidi e lo smaltimento delle tossine accumulate. Per questo motivo l'acqua della nostra vasca riabilitativa viene mantenuta ad una temperatura superiore ai 32°C, molto più alta rispetto alle piscine tradizionali. Questo ci consente di sfruttare a pieno i benefici del calore per una migliore ossigenazione dei tessuti, facilitando il recupero muscolare anche negli stati irritativi cronici, come ad esempio le lombalgie.

Questo sito utilizza cookie utili al miglioramento dell'esperienza degli utenti e necessari per i servizi di analisi Google Analytics, pubblicità Google AdWords forniti da Google e Facebook.